giovedì 2 maggio 2013

Pan di spagna vegan

Prima ricetta da disoccupata... poteva non essere un dolce?
Finalmente ho eliminato il tabù del pan di spagna vegan, così ora possiamo sbizzarrirci con le torte farcite!
La ricetta che ho provato e approvato, è quella di Gnamgnam, che è molto semplice sia negli ingredienti (niente margarina!) sia nel procedimento, ma il risultato è di alta qualità. In casa erano tutti scettici su questa prova, ma poi si sono dovuti ricredere quando hanno assaggiato, è bello morbido e buono, molto simile all'originale!


Ingredienti:
200g di farina
100g di fecola di patate
180g di zucchero
100ml di olio di semi
250g di acqua
1 bustina di lievito
buccia di un limone

Procedimento:
Sciogliere lo zucchero nell'acqua in una ciotola, aggiungere poi l'olio. Muniti di frustra per mescolare senza fare grumi, si aggiungono la farina, la fecola e il lievito, setacciandoli. Infine si grattugia la buccia di un limone e si mescola bene il composto.
Questo va versato in una teglia oliata e infarinata e cotto in forno a 180°C per 30 minuti, stando attenti che non si colori troppo sopra. Con una teglia da 26cm di diametro viene un disco facile da dividere in due parti. Se avete intenzione di fare una torta con più di due strati di pan di spagna e non avete molta manualità come la sottoscritta, vi consiglio di utilizzare una teglia più piccola.
Lasciar raffreddare molto bene prima di usarlo, meglio se una notte intera.

1 commento:

Cesca*QB ha detto...

Hai tutta la mia stima x non aver usato la matgarina, pare che il pan di spagna possa ssere una base fighissima per parecchi dolci ;)